EQUILIBRIO RESIDUO concept:

Equilibrio Residuo, contemporanei dialoghi tra suono e movimento, è un format che esplora l’idea di composizione, “un’ottica di

ricerca interdisciplinare e composizione che incrocia ed espande i linguaggi espressivi della danza e della musica”.*

Lavoriamo entrambi sul concetto di “residuo”, scarto. Nel senso dei suoni e dei movimenti che possono essere lasciati in disparte perchè considerati non adatti alla scena, non puliti, non pronti ma che, oltre a contenere una propria bellezza, sono uno stimolo alla ricerca.

La performance combina una struttura definita con parti improvvisate nella convinzione che entrambe, scrittura e dialogo nell’istante, siano forme compositive. Una modalità che ci permette di ri-creare in scena uno spazio fragile e scomodo dove la relazione tra suono e movimento può essere esplorata in profondità e un nuovo bilanciamento tra linguaggi o “equilibrio” può essere trovato.

Dal 2014 la danzatrice e coreografa Sara Marasso e il bassista e compositore Stefano Risso iniziano a collaborare ad una serie di progetti artistici in cui è presente una forte relazione tra i due linguaggi, spesso in un ‘ottica transdisciplinare in collaborazione con

artisti visivi. Il loro lavoro è stato presentato, con riconoscimenti di pubblico e critica, in diversi festival internazionali di musica e arti performative invitato tra l’altro alla Notte Bianca dei Musei di Braga, International contemporary dance Festival, Signal – Autunno

Danza, Artissima Fiera internazionale dell’arte contemporanea, Inshadow International Festival of Video, Performance and Technology, Fondazione Sandretto Re Rebaudengo, Lavanderia a Vapore – Centro Regionale per la Danza.

*F. Bernabini, DanzaEffebi

Ph

Sara Marasso

Parallelamente a studi di cinema inizia ad interessarsi alla danza contemporanea incontrando a Torino A. Sagna, M.Francia, G.Rossi, P.Bianchi. Prosegue i suoi studi presso il Laban Centre for Contemporary Dance di Londra e a Parigi dove ottiene un diploma postlaurea presso il dipartimento danza dell’Universitè Paris VIII. Approfondisce la danza contemporanea, contact e improvvisazione, Bodymind centering, Laban studies e yoga con, tra gli altri, P.Kyupers, A.de L.Harwood, J. Hamilton, C.Diverrès, W.Vandekeybus, S.Sandroni, MP. Grilli. Pratica ed insegna l’Iyengar yoga.

Fin dall’inizio il suo interesse per la danza nasce come occasione di esplorazione privilegiata del corpo considerato nella sua complessità: la sua formazione collega studio teorico e pratica di differenti tecniche di movimento in un’ottica di ricerca di un linguaggio contemporaneo per la danza in stretta relazione con altre forme di espressione artistica. Le sue creazioni coreografiche sono presentate in numerosi festival nazionali ed internazionali di danza contemporanea e arti performative, quali Festival Torinodanza, Interplay, Les Repérages, Tanzmesse Düsseldorf, Charleroi Dance, Festival da Fabrica, FKM Belgrad, Festival Havana Vieja, Signal e Autunno Danza ed in diversi altri significativi progetti internazionali di creazione site-specific. Negli ultimi anni ha ricevuto riconoscimenti di critica ed il supporto produttivo di enti pubblici e privati tra i quali il Ministero per i Beni e Attività Culturali, Torinodanza Festival, Autunno Danza, NEC nucleo de experimentaçao coreografica.

Stefano Risso

La sua grande passione per la canzone lo mantiene sempre a cavallo fra la musica strumentale (jazz, avant-garde) e la musica vocale

(rock, folk e d’autore). Ha scritto e prodotto per il teatro e ha collaborato con progetti musicali personali con scrittori e video artisti. Ha

all’attivo più di cinquanta dischi, molti dei quali realizzati come leader o co-leader (HellmullerRissoZanoli, Barber Mouse, T.R.E., Vocifero, Les diables Bleus, fra gli altri), con etichette italiane, francesi, inglesi, finlandesi, svizzere e giapponesi, votati e riconosciuti dalle riviste specializzate dei differenti paesi.

Eclettico e curioso, ha suonato con musicisti e gruppi molto diversi fra loro, come Stefano Battaglia, Gianni Coscia, Roy Paci, Francesco De Gregori, Lalli, Meg.I suoi lavori hanno ricevuto ampio riconoscimento dalla critica. Interviste e approfondimenti sui suoi progetti personali e collettivi compaiono nelle principali riviste italiane di settore, come Jazzit e Musica Jazz, e sui siti web specializzati, quali All About Jazz e Jazz Convention.